Passa ai contenuti principali

Qualcuno parla del Samgha... di Camillo Fumagalli.


Tutto è cominciato nel 1986, sulle colline di Sirtori, in un vecchio rudere della famiglia dei conti Besana. Un gruppo di uomini e donne di Milano, appassionati di arti marziali, dopo anni di riflessione e confronto decisero di tentare il grande salto: acquistare una cascina abbandonata nel comune di Sirtori, per vivervi insieme secondo l'insegnamento buddhista Theravada del Maestro Chen L.B. 
Come è facile capire, non si è trattato di un piccolo sforzo, ma di una vera e propria scelta di vita. Superati i primi faticosissimi anni, nel 1997 prese forma l'associazione "Samgha filosofico buddhista Theravada".
L'associazione è un luogo aperto a tutti dove l'individuo "rispetta per essere rispettato" e "non giudica per non essere giudicato". All'interno della comunità oltre al Maestro Chen vivono semplici persone che hanno fatto degli insegnamenti Theravada una filosofia di vita.

Pensando a un luogo del genere, ai più verranno in mente i crani rasati dei monaci tibetani, che vivono all'insegna dell'ascesi e della meditazione. Ma non è il caso di questa comunità. 

La bella storia continua qua...

Commenti

Post popolari in questo blog

Aforismi di Maestro Chen!

Qualcuno parla del Samgha... questa volta sono io, Sara

Si dice che quando l'allievo è pronto, il Maestro arriva! Ecco come ho conosciuto Maestro Chen!
Tutto ha inizio un lontano  martedì di fine agosto; mi arriva un invito tramite una conoscenza in FB... nemmeno so come ho trovato Joanna, probabilmente qualcuno ha condiviso il suo status e piacendomi ho fatto richiesta di amicizia. E' rimasta li nella mia lista fino a che, proprio qual giorno, mi arriva un invito collettivo ad un "pizzata"  a Sirtori. -Tomo, sai dov'è Sirtori?- -Dev'essere dalle parti di Lecco... una settantina di km da qua...- -Mmmh... ti spiacerebbe se vado? Il Maestro di Joanna fa la pizza per tutti... mi è sempre piaciuto quella persona ma non so come mai, pensavo che fosse lontanissimo, così tanto che non mi son nemmeno messa a cercare... ma se è così vicino io vado...- - Se ti fa piacere vai...- Detto fatto, in pochi minuti accetto l'invito... domenica vado a Sirtori.
Mentre aspetto l'ora di mettermi in viaggio finisco di preparare …

Se fai ciò in cui credi..

Si ricorre a troppe giustificazioni: lo si fa semplicemente per pigrizia e per mancanza di coraggio.
Se fai ciò in cui credi non hai mai bisogno di giustificarti, poiché sai di essere nel giusto. Nella consapevolezza di essere nel giusto diventi irremovibile ed allora nulla ti può attaccare.
Se vivi coerenza e se credi in ogni tua scelta, potrai la sera coricarti e dire a te stesso che questa giornata non è stata vana, che hai Vissuto.
La Libertà non ti viene regalata, devi saperla conquistare lottando con tutto il coraggio possibile: è difficile ma ne vale proprio la pena!

Miky