Passa ai contenuti principali

Morire è come dirsi arrivederci.

Morire è come dirsi arrivederci, non è diverso da quando si saluta qualcuno. 
Arrivederci, ma detto nella maniera più profonda, sapendo che chi stai salutando ora ritorna a scegliere, sapendo che chi rimane deve continuare a scegliere. 
In fondo è come addormentarsi e prepararsi ad un nuovo risveglio, con altri vestiti, in una altra “forma”, in una continua evoluzione del vero te stesso. 
Il punto è cosa hai scelto in vita, questo ti porterà ad essere il risultato delle tue scelte. In fondo ogni giorno è una vita, quello che hai scelto e quello in cui hai creduto “ieri”, sarà la tua realtà oggi. 
Questo si chiama libertà, libero arbitrio, e non c’è niente di più bello che questo. E’ difficile, ma ne vale la pena. 
"Io creo la mia Vita e non vivo, Io Creo la mia realtà per poterla abbandonare”. 

Panda

Commenti

  1. Risposte
    1. Già... ogni volta che posto qualcosa di Loro è fonte di insegnamento!
      ^_^

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato da qui!
Se ti piace quello che leggi condividilo... ogni condivisione è un seme buttato nel vento... prima o poi germoglierà creando un bellissimo capolavoro!

Post popolari in questo blog

Una riflessione da Maestro Chen!

Rieccomi qua dopo tanto tempo! Ma oggi posto qualcosa di diverso; metto un mio pensiero di qualche tempo fa, a dimostrazione come le parole del mio dolcissimo Maestro Chen possono continuamente fluire nella mente e modificare ogni pensiero dandogli la giusta collocazione! Buona riflessione! Oggi stavo facendo le pulizie... di nuovo. Ma non ero scocciata anzi, ho sorriso quando mi son ricordata delle parole di tanto tempo fa di una mia vecchi amica che affermava che fare la casalinga fosse frustrante, avvilente e annullante. Tutto può essere, forse per le altre me non per me! Ma non è del pensiero della mia amica che voglio parlare, ma di quanto mi piaccia questo mio ruolo e di quanto mi abbia dato in questi ultimi anni. Ricordo bene quando lavoravo in fabbrica, facendo turni massacranti per poi tornare a casa stanca morta e dovermi ancora prendere cura di un bambino, una casa e un marito che per quanto aiutasse il peso era sulle mia spalle... Ecco, ditemi voi come potrei consid…

Qualcuno parla del Samgha... questa volta sono io, Sara

Si dice che quando l'allievo è pronto, il Maestro arriva! Ecco come ho conosciuto Maestro Chen!
Tutto ha inizio un lontano  martedì di fine agosto; mi arriva un invito tramite una conoscenza in FB... nemmeno so come ho trovato Joanna, probabilmente qualcuno ha condiviso il suo status e piacendomi ho fatto richiesta di amicizia. E' rimasta li nella mia lista fino a che, proprio qual giorno, mi arriva un invito collettivo ad un "pizzata"  a Sirtori. -Tomo, sai dov'è Sirtori?- -Dev'essere dalle parti di Lecco... una settantina di km da qua...- -Mmmh... ti spiacerebbe se vado? Il Maestro di Joanna fa la pizza per tutti... mi è sempre piaciuto quella persona ma non so come mai, pensavo che fosse lontanissimo, così tanto che non mi son nemmeno messa a cercare... ma se è così vicino io vado...- - Se ti fa piacere vai...- Detto fatto, in pochi minuti accetto l'invito... domenica vado a Sirtori.
Mentre aspetto l'ora di mettermi in viaggio finisco di preparare …

Aforismi di Maestro Chen!