Passa ai contenuti principali

Secondo una tradizione molto antica...

Oggi Vi parlo di questi oggetti, piccoli dischi di pietra, realizzati in Cina secondo una tradizione molto antica.
Dischi d'epoca neolitica, di svariate dimensioni, sono oggi conservati nei più noti musei del mondo.

Il motivo per cui a semplici e lineari dischi di giada o di pregiati minerali venga riconosciuto un così alto valore, è rimasto per molti un mistero oggi svelato solo parzialmente.
Sulla base dei reperti rinvenuti, si deduce che nel corso dei secoli questi dischi abbiano rivestito i ruoli più diversi: da oggetto di culto a simbolo di prestigio a oggetto dal puro valore estetico.

Le più antiche iscrizioni riconosciute di cui si è oggi a conoscenza, raccontano del disco (denominato bi) come rappresentativo della cultura di Liangzhu.
La cultura di Liangzhu (3400 a.C.- 2250 a.C.) è l'ultima cultura neolitica della giada sviluppatasi nell'area del delta del Fiume Azzurro, in Cina. Ed è proprio all'interno di queste antica tradizione che il disco diviene simbolo di potere e conoscenza.
La parte esterna rappresenta la terra, la materia.
Il vuoto al centro rappresenta l'energia , il moto perpetuo che attraversa la materia nel suo centro e la rende viva.
Come ogni elemento parte della materia, anche l'uomo ha un suo "centro".
Il disco b, nei secoli, è stato associato a pochi uomini saggi, 
capaci di dimostrare, attraverso il loro esempio, quanto può essere ricca di positività ed equilibrio una vita vissuta nella consapevolezza di custodire un " centro ", fonte di energia e di grande forza.
Che la Vostra giornata sia ricca di spunti per crescere !
dhanly

Commenti

Post popolari in questo blog

Una riflessione da Maestro Chen!

Rieccomi qua dopo tanto tempo! Ma oggi posto qualcosa di diverso; metto un mio pensiero di qualche tempo fa, a dimostrazione come le parole del mio dolcissimo Maestro Chen possono continuamente fluire nella mente e modificare ogni pensiero dandogli la giusta collocazione! Buona riflessione! Oggi stavo facendo le pulizie... di nuovo. Ma non ero scocciata anzi, ho sorriso quando mi son ricordata delle parole di tanto tempo fa di una mia vecchi amica che affermava che fare la casalinga fosse frustrante, avvilente e annullante. Tutto può essere, forse per le altre me non per me! Ma non è del pensiero della mia amica che voglio parlare, ma di quanto mi piaccia questo mio ruolo e di quanto mi abbia dato in questi ultimi anni. Ricordo bene quando lavoravo in fabbrica, facendo turni massacranti per poi tornare a casa stanca morta e dovermi ancora prendere cura di un bambino, una casa e un marito che per quanto aiutasse il peso era sulle mia spalle... Ecco, ditemi voi come potrei consid…

Qualcuno parla del Samgha... questa volta sono io, Sara

Si dice che quando l'allievo è pronto, il Maestro arriva! Ecco come ho conosciuto Maestro Chen!
Tutto ha inizio un lontano  martedì di fine agosto; mi arriva un invito tramite una conoscenza in FB... nemmeno so come ho trovato Joanna, probabilmente qualcuno ha condiviso il suo status e piacendomi ho fatto richiesta di amicizia. E' rimasta li nella mia lista fino a che, proprio qual giorno, mi arriva un invito collettivo ad un "pizzata"  a Sirtori. -Tomo, sai dov'è Sirtori?- -Dev'essere dalle parti di Lecco... una settantina di km da qua...- -Mmmh... ti spiacerebbe se vado? Il Maestro di Joanna fa la pizza per tutti... mi è sempre piaciuto quella persona ma non so come mai, pensavo che fosse lontanissimo, così tanto che non mi son nemmeno messa a cercare... ma se è così vicino io vado...- - Se ti fa piacere vai...- Detto fatto, in pochi minuti accetto l'invito... domenica vado a Sirtori.
Mentre aspetto l'ora di mettermi in viaggio finisco di preparare …

Aforismi di Maestro Chen!